Parigi : devastazione mirata degli uffici dell’amministrazione dell’università di Tolbiac

NdT : quest’azione si inserisce nel contesto dell’opposizione alla « Legge lavoro », che da un mese a questa parte agita la Francia, specialmente le scuole superiori e le università (come quella di Tolbiac, univesità parigina storicamente « di sinistra » e oggi uno dei centri di questo movimento).

Università di Tolbiac, 22 marzo: é prevista l’occupazione della sala N, per tenervi un’assemblea generale, ma sbirri, sicurezza privata e direzione sono tutti là per impedirla. In un batter d’occhio spariscono tutti e come per miracolo la porta della sala si apre. Capiamo allora che qualche opportunista di movimento ha negoziato alle spalle di tutti. Come previsto, non ci sono miracoli. É per questo mitivo che, arrabbiati, abbiamo deciso di sabotare questi giochi di potere.

Mentre gli studentelli smaltivano la sbornia nella sala sedicente occupata, abbiamo deciso di divertirci in un’altra maniera. Siamo saliti al settimo piano per devastare gli uffici amministrativi, tagliando cavi, buttando diversi liquidi sulle apparecchiature elettroniche, dei documenti amministrativi vengono distrutti e due computer portati via per essere distrutti con calma.

Si tratta della realizzazione della precisa volontà di non limitarsi a dei discorsi, delle assemblee, delle manifestazioni (che siano alle 11 o alle 13,30 [cioé quelle, più « movimentate », dei liceali o quelle, più tranquille, dei sindacati; NdT], ma di opporsi ad ogni forma di connivenza con il potere, tutti i poteri.

Impediamo alla legge di lavorare.

Alcuni arrabbiati di un altro 22 marzo.
[riferimento, forse, al « Gruppo 22 marzo », attivo durante il maggio 1968 à Parigi; NdT]

[traduzione : Attaque]

[en français][in english][en español] [auf Deutsch]

This entry was posted in Italiano. Bookmark the permalink.